Il fascino di Taormina d’inverno, ideale meta turistica tutto l’anno

A Taormina d’inverno, come da titolo di un noto romanzo d’autore italiano tradotto pure in spagnolo, ecco che si apre un nuovo capitolo.

La cittadina medievale, perla dello Jonio, divenuta ormai la nuova meta del turismo top spender, cattura sempre più l’attenzione dei colossi mondiali del lusso, transizione iniziata di fatto nel 2020 con l’arrivo dei gruppi LVMH, Four Season, Dior, new entry che hanno certamente modificato la mappatura del tessuto imprenditoriale del territorio destinato a un trend sempre più in crescita.
”La crescita esponenziale del brand Taormina ci obbliga a dover rimodulare il turismo proponendolo anche in chiave invernale esattamente come avveniva molti anni fa quando la città anche nella stagione fredda era meta del turismo d’élite”. -dichiara l’Assessore al Turismo del comune di Taormina Jonathan Sferra (nella foto) – “A tal proposito, in occasione della Word Travel Market di Londra abbiamo parlato di istituire nuove tratte con voli diretti per incrementare il mercato asiatico, ovvero di coloro che viaggiano prevalentemente da novembre a marzo, ovvero nel nostro periodo di bassa stagione. Altro mercato di nostro interesse per il turismo a Taormina d’inverno resta quello americano”.
– E’ un progetto importante, quali tempi prevedete affinché possa rendersi concreto?
“Si tratta di un programma a medio e lungo termine, anche se con la nostra giunta abbiamo iniziato a lavorare sin da subito al fine di poter raccogliere i frutti del nostro operato nel più breve tempo possibile”.

– Nel frattempo che l’ambizioso progetto dei mercati esteri si concretizzi, state anche lavorando sul turismo di prossimità con eventi dedicati?
“Per quanto riguarda il Natale a Taormina, intanto, grazie al supporto dei nostri sponsor privati e della Presidenza dell’ARS, abbiamo potuto redigere un calendario di quasi trenta giorni di eventi con oltre 60 appuntamenti che spaziano dal gospel americano a musicisti con pianoforti, violini, sax e ottoni che si esibiranno en plein air lungo il corso principale. Ma non solo: abbiamo naturalmente pensato anche ai più piccoli trasformando il parco Florence Trevelyan in “La Villa di Babbo Natale”. Inoltre le frazioni di Trappitello e Mazzeo sono allo stesso modo protagoniste del ricco calendario dedicato al Natale. Infine, altro particolare importante per coloro che decidono in questo periodo di fare un tour a Taormina, è la riduzione del 50% del costo ticket parcheggio”.


– Sulla riapertura del Palacongressi?
“La nostra giunta comunale si è adoperata affinché il sito potesse ritornare agibile e quindi fruibile. Adesso la gestione del Palacongressi sarà di pertinenza del Comune di Taormina, nei giorni scorsi abbiamo già realizzato il primo evento a favore dell’UNICEF”.
– Una novità è sicuramente la nascita di una Fondazione. Il Comune così potrà disporre tra l’altro del Teatro Antico per alcune date…
“Abbiamo appena costituito la Fondazione ‘Taormina in the world’ che assurgerà anche alla funzione di organizzatore di eventi. Con la Regione Siciliana frattanto siamo riusciti a raggiungere l’accordo, pertanto d’ora in poi il Comune di Taormina avrà a disposizione il Teatro Antico per cinque giorni al mese. È la prima volta, da quando si svolgono gli eventi all’interno del sito archeologico, che l’ente comunale dispone di proprie date in calendario”.

(photocredits: Alessandra Gitto)

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.

 

M IL MAGAZINE

read the good news

Copyright ©  M il Magazine

Periodico di moda, stili, tendenze, turismo, lifestyle, cultura, attualità

 

Testata giornalistica fondata nel 2008

Registrazione in Tribunale n°7 del 12/3/2008

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930